Green Economy Report 2018

Lettera del Presidente

Il 2018 è stato un anno straordinario per Remedia, contrassegnato da importanti traguardi e risultati eccellenti che abbiamo il piacere di presentarvi attraverso questo Green Economy Report, da sempre strumento della trasparenza e dell’impegno di Remedia e dei Produttori che ne fanno parte.

Da evidenziare senz’altro la fusione per incorporazione del Consorzio ecoR’it e l’ampliamento dell’ambito di applicazione normativo, il cosiddetto “open scope”, che ha portato all’adesione di oltre 840 aziende, raggiungendo complessivamente quota 2.200 associati, confermando Consorzio Remedia quale primo sistema collettivo per quote di responsabilità nella gestione dei RAEE.

Si aggiunge l’alleanza strategica con Interseroh, che ha fatto il suo ingresso nel capitale di Remedia TSR, consentendole di compiere un nuovo salto di qualità in termini di competitività, beneficiando di un portafoglio di servizi più ampio e innovativo e di ulteriori economie di scala, in un’ottica di sostegno alle imprese impegnate sul fronte di una gestione moderna e sicura dei rifiuti aziendali.

Grazie a questi sviluppi abbiamo raggiunto un altro record: 124.818 tonnellate di rifiuti tecnologici gestiti, in crescita del 36% rispetto all’anno precedente.

Grazie all’elevata sicurezza dei processi operativi adottati e alla qualità dei servizi forniti, abbiamo rafforzato la nostra leadership, ampliando una strategia basata sull’innovazione e sulla capacità di offrire soluzioni sempre più mirate alle esigenze delle aziende, in ottica di economia circolare e nel rispetto di tutti gli stakeholder. In questo panorama si inserisce un’attenzione sempre maggiore nell’applicazione concreta dei principi dell’economia circolare, elemento fondante delle strategie dell’intero Gruppo. Remedia ha costruito la propria autorevolezza su valori quali trasparenza, qualità e sicurezza, efficienza e innovazione, e si pone oggi quale riferimento per la definizione di un nuovo modello di responsabilità estesa del produttore, che possa rappresentare un paradigma strategico e virtuoso per conseguire benefici economici e ambientali a vantaggio di tutti i soggetti coinvolti.

Remedia è diventata dunque più grande e più forte, confermando la propria capacità di creazione di valore economico, ambientale e sociale in un panorama nazionale sfidante e in forte evoluzione.

Viviamo in un contesto in cui la gestione dei rifiuti richiede una trasformazione legata al recepimento delle direttive sull’economia circolare, alla revisione della responsabilità estesa del produttore e alle dinamiche del mercato dei rifiuti. Abbiamo la possibilità – e l’opportunità – di ridisegnare un sistema economico che possa contribuire alla salvaguardia del Pianeta senza rinunciare alla produzione di ricchezza e occupazione, ma occorre investire in eco-innovazione e in un cambiamento culturale prima ancora che tecnico e giuridico.

Non c’è un Pianeta B, ma un solo unico Pianeta per tutti, e Remedia è pronta a fare la sua parte, contribuendo allo sviluppo di una nuova economia circolare, che sia al servizio della persona, della società e della Terra.

 

Dario Bisogni

Presidente Consorzio Remedia

Scarica il pdf completo del Green Economy Report 2018